Cos’è un server?

Cos'è? - Miniatura della rubrica di marcogarosi.it
Cos'è? - Miniatura della rubrica di marcogarosi.it

Cos’è un server – in breve: i server sono sistemi hardware e/o software che gestiscono il traffico ed elaborano informazioni, con lo scopo di fornire qualsiasi tipologia di servizio ai cosiddetti client. Un server deve permettere l’accesso a risorse e servizi condivisi a più client contemporaneamente. Vuoi scoprire di più?

A cosa serve un server?

I server hanno come fine la gestione di risorse condivise: devono dare la possibilità a diversi client (da poche unità a diverse migliaia, se non più) di accedere a determinate risorse e servizi, con velocità. In sostanza, il suo scopo è di “rispondere” alle “domande” (richieste) di altri elaboratori.

Perché si usano i server?

I server, ad oggi, sono fondamentali: tutto ciò che comunemente chiamiamo Internet esiste grazie a questi erogatori di informazioni. Le app che scarichi sul tuo smartphone, i video che guardi su YouTube, i messaggi che invii tramite WhatsApp e Telegram, i post e le foto che visualizzi sui tuoi social preferiti, la mia rubrica Cos’è?: sono tutti bit conservati su dei server remoti che, proprio quando ne hai bisogno, te li inviano.

I server, come puoi ben capire, rivestono un’importanza enorme nel mondo moderno. E questa rilevanza è in costante crescita. Perché? “Per colpa” dell’IoT (Internet of Things) – ma non solo – che sta connettendo a quest’enorme rete mondiale pressoché ogni oggetto. Anche la tua macchina del caffè preferita.

Quali tipi di server ci sono?

Esiste una montagna di tipi di server: alcuni sono dedicati alla gestione di file, altri al mantenimento di indici, altri ancora si occupano del controllo di videogiochi online. Esploriamo le specie più diffuse (fonte Wikipedia):

  • Application server: hosta ed esegue Web app, cosicché gli utenti che vi accedono possano usarle senza doverle installare
  • Computing server: si occupa di eseguire calcoli ed elaborazioni particolarmente esosi di risorse
  • Database server: gestisce archivi organizzati a database per distribuirli in rete
  • File server: condivide file e cartelle in rete, mantenendoli (eventualmente) riservati sfruttando il sistema di permessi di lettura e scrittura (read/write)
  • Game server: permette a più dispositivi di giocare online, speso in partite multi player
  • Proxy server: funge da intermediario tra client e server, accettando traffico in entrata e reindirizzandolo al server

Come avrai notato i server si presentano sotto varie forme, per adattarsi alle più disparate esigenze: sicuramente troverai ciò che fa per te!

Come funziona un server?

Sui server, proprio come sul computer che hai sulla tua scrivania, viene installato un sistema operativo, che deve eseguire diversi software; i principali sono:

  • Webserver: si tratta di un programma che “ascolta” tutto ciò che viene inviato alle porte aperte, per gestire le richieste di trasferimento – ad esempio l’invio di una pagina Web
  • Interpreti / virtual machine: sono dei software che permettono l’esecuzione di script personalizzati. È grazie a loro che è nato il Web dinamico
  • DBMS: sta per DataBase Management System; sono applicativi che consentono la gestione di database, una parte fondamentale dell’Internet moderno!

Ulteriori applicazioni possono essere presenti in altre tipologie di server. Ricorda: ognuno configura il proprio servitore di contenuti nel modo che ritiene più appropriato!

Conclusione

Insomma, oggi ti ho dato le informazioni principali da sgranocchiare: l’universo che ruota attorno ai server è immenso e tentare di riassumerlo in questa rubrica sarebbe semplicemente riduttivo. Ma non preoccuparti, nei prossimi articoli di questa rubrica entreremo maggiormente nel dettaglio. Tuttavia, ora hai i dati fondamentali per poter viaggiare in questo cosmo: sei pronto?

Marco Garosi 87 Articoli
Sono un informatico, appassionato di programmazione e progettazione di sistemi.