Cos’è un DNS?

Cos'è? - Miniatura della rubrica di marcogarosi.it

Quando navighi su Internet ti colleghi, magari senza saperlo, a numerosi server. Quando visiti un sito Web digiti il suo nome e, “magicamente”, viene caricato. O ancora, ogni volta che usi un app sul tuo cellulare che si connette alla Rete, chiedi (o invii) dati a un server remoto. Tutte queste operazioni, per essere eseguite, hanno bisogno di un DNS. Ma cos’è un DNS?

Un problema di indirizzi IP

Ogni dispositivo, all’interno di una rete, è identificato da un indirizzo IP (numerico). Questo significa che il tuo cellulare, il tuo notebook e il tuo smart TV sono associati ad un IP-Address. Anche i server, ossia quei computer che forniscono servizi, hanno uno di questi identificatori.

Quando visiti www.marcogarosi.it, quindi, stai chiedendo ad una macchina con un certo IP di inviarti dei dati. Tuttavia, come puoi notare, spesso non sai qual è l’indirizzo IP di www.marcogarosi.it – né tantomeno devi cercare di memorizzarlo. Ogni volta che vuoi visitare il sito, digiti semplicemente il suo indirizzo nel tuo browser.

L’aiuto dei DNS

È proprio il tuo browser che compie il primo passo per farti arrivare dove vuoi: in tempi brevissimi fa una richiesta ad un server DNS (Domain Name System) che traduce – o, come si dice in gergo, risolve – la stringa in un indirizzo IP. Sostanzialmente, l’URL di un sito Web è prettamente simbolico e ha lo scopo di facilitarne la memorizzazione alle persone che, quando vogliono visitarlo, devono semplicemente ricordare il suo nome.

Un server DNS, quindi, si appoggia ad un’enorme tabella che associa ogni URL sotto forma di stringa ad un indirizzo IP. Quando viene fatta una richiesta, cerca all’interno del suo database e, se trova la corrispondenza, lo comunica al client che può, in questo modo, connettersi all’host di destinazione.

I DNS dinamici

Insomma, è un processo tutto sommato semplice ma che ha enormi risvolti pratici nella vita quotidiana: memorizzare una parola è più semplice che ricordare un numero. Non solo: grazie ai DNS è possibile creare servizi come quelli offerti da DynDNS. Si tratta di un cosiddetto Dynamic DNS, ossia di un DNS Dinamico. Essenzialmente è un Domain Name System che associa ad un URL sotto forma di stringa un indirizzo IP dinamico (che varia).

Se hai un server casalingo a cui vuoi accedere dall’esterno, per esempio, puoi sfruttare servizi simili: in questo modo ti ci potrai connettere dovunque tu sia (a patto che la tua connessione casalinga lo permetta!) e non dovrai preoccuparti di controllare regolarmente il nuovo IP.

In conclusione, i DNS sono sistemi di risoluzione dei nomi che “convertono” un URL testuale in un indirizzo IP. Grazie a loro puoi connetterti a tutti i siti Web senza necessariamente dover ricordare il loro indirizzo numerico. Utili, non credi?

Tag: