Cos’è Tile?

Cos'è? - Miniatura della rubrica di marcogarosi.it
Cos'è? - Miniatura della rubrica di marcogarosi.it

Se ti è mai capitato di non riuscire a trovare le chiavi di casa, non devi preoccuparti: non sei affatto l’unico. Anzi, milioni di persone perdono quotidianamente i loro oggetti, senza riuscire più a ritrovarli. Tile, però, può aiutarti: ecco cos’è Tile!

Il fenomeno della perdita dei piccoli oggetti, in particolare le chiavi delle abitazioni, è diffusissimo: se almeno una volta hai visto un film in cui c’è un mazzo di riserva sotto lo zerbino, hai perfettamente capito il problema.

Un dilemma comune

Una compagnia assicurativa Britannica, alcuni anni fa, ha compiuto uno studio per cercare di capire quanto tempo ciascuno di noi perda nel cercare ciò che ha perso.

Ebbene, il risultato potrebbe sembrarti sorprendente: mediamente passiamo 3680 ore (sono ben 153 giorni) di tutta la nostra vita a cercare gli oggetti che non troviamo più – principalmente le nostre chiavi di casa e il nostro smartphone.

Tile entra in azione

Ecco quindi che un “semplice” gadget come Tile può letteralmente restituirti una parte del tuo tempo, che altrimenti sprecheresti inutilmente. Tile, infatti, è un piccolo tag che puoi attaccare a qualsiasi cosa tu voglia – e ti aiuta a ritrovare gli oggetti smarriti.

Una delle diverse varianti di Tile

Si presenta come un piccolo quadratino di plastica delle dimensioni di un comune portachiavi, con cui, tuttavia, ha in comune soltanto il nome. Ogni Tile, infatti, è dotato di un chip Bluetooth che ti permette di tracciare ciò a cui l’hai attaccato.

Per ritrovare l’oggetto a cui l’hai collegato, infatti, non devi fare altro che aprire la sua applicazione sul tuo smartphone e attendere qualche istante, finché non viene localizzato. Il segnale, che viene trasmesso proprio via Bluetooth, può coprire una distanza massima di circa 30 metri.

Il “tag-sharing”

Non solo: dato che ci sono milioni di utilizzatori di Tile, il sistema integra una componente “condivisa”. In altri termini, se perdi un tuo oggetto e non riesci più a rintracciarlo, perché è oltre i trenta metri di portata del tag, gli smartphone di tutti gli altri utilizzatori si metteranno alla ricerca del tuo Tile e, appena l’hanno rintracciato, te lo segnalano.

Ognuno, quindi, inconsapevolmente, aiuta tutti gli altri a ritrovare i propri oggetti perduti. E tutto ciò avviene in modo anonimo: la tua privacy è garantita – e nessuno saprà se è passato vicino al tuo Tile!

Al contrario, se non trovi più il tuo smartphone, puoi premere il pulsante presente sul tag, che farà squillare il tuo dispositivo – anche se hai impostato la modalità silenziosa. Insomma, è pressoché impossibile che tu perda ancora qualcosa.

Quanto dura? Per sempre!

Un’altra delle caratteristiche vincenti di Tile è che, nonostante incorpori dell’elettronica, ha un consumo energetico ridottissimo, durando così diversi mesi – addirittura un anno. In questo modo non devi preoccuparti di caricarlo ogni giorno o ogni settimana. E, quando è scarico, devi soltanto sostituire la batteria con una nuova – così sei già pronto a smarrire (e ritrovare) nuovamente le tue chiavi.

Marco Garosi 87 Articoli
Sono un informatico, appassionato di programmazione e progettazione di sistemi.