Cos’è il jitter?

Cos'è? - Miniatura della rubrica di marcogarosi.it

Ti stai interessando al funzionamento delle reti, magari dopo aver letto la mia guida su CentOS o dopo aver scoperto cos’è una CDN. Forse, invece, hai eseguito uno SpeedTest della tua rete. In qualsiasi caso, hai sentito o letto il termine jitter e ti sei chiesto cosa significhi. Ecco, quindi, cos’è il jitter.

In elettronica e telecomunicazioni si parla spesso di jitter. Queste due discipline affondano le proprie radici nel funzionamento dei dispositivi elettronici: ci sono segnali elettrici, caratterizzati da frequenza, ampiezza d’onda, fase. Il jitter, quindi, non è altro che una delle tante caratteristiche che descrive un circuito elettronico.

Ecco cos’è il jitter

Ebbene, molto spesso – soprattutto quando testi una connessione di rete -, ti capita di leggere il valore del jitter all’interno del report conclusivo. Questo è, come ti stavo dicendo, un valore molto importante e che ti aiuta a comprendere le peculiarità di un circuito o di una connessione.

Il jitter è la variazione di una o più caratteristiche di un segnale: l’ampiezza, la fase, la frequenza, la larghezza dell’impulso sono solo alcune delle informazioni tenute in considerazione nella misurazione del jitter.

In altre parole, il jitter indica la variazione dei parametri di un impulso nel tempo – e può essere espresso in modi diversi. Può essere rappresentato come un valore picco-picco, oppure come un valore efficace RMS (ossia come un segnale costante di uguale potenza media).

Il jitter, perciò, riporta delle variazioni casuali – e indesiderate – di un segnale ripetitivo.

Cos’è il jitter nelle reti?

Molto probabilmente hai sentito parlare del jitter nell’ambito delle reti. All’interno di una rete, come una LAN locale o addirittura Internet, il jitter misura la variazione statistica del ritardo nella trasmissione dei pacchetti.

In pratica, mentre il ping misura il tempo di risposta della rete – ossia quanto tempo impiega un pacchetto per viaggiare da un host all’altro: ecco perché è importante nel gaming -, il jitter del ping è la variazione continua del tempo di trasmissione/ricezione, dovuta ai router congestionati dal traffico o dalle cattive condizioni dei collegamenti o degli apparati.

Insomma, un jitter maggiore comporta delle prestazioni di rete inferiori, poiché la velocità di invio dei pacchetti cambia continuamente. Pensa se, mentre stai giocando, un comando viene ricevuto dal server in 15 millisecondi e, quello successivo, in 130 millisecondi: l’esperienza non sarà delle migliori.

Il jitter del ping, quindi, è un parametro che, sebbene non sia sempre menzionato, deve essere tenuto in considerazione per determinati utilizzi. Insomma, avere un jitter tendente a zero è ideale, poiché garantisce una miglior stabilità della connessione di rete. Certamente il ping è un valore di fondamentale importanza, tuttavia, la prossima volta che eseguirai uno SpeedTest, non dimenticarti di annotare anche il jitter.