Cos’è Amazon Alexa?

Di recente hai sentito parlare di Alexa, ma non hai ancora capito cosa sia né, tantomeno, a cosa serva? Non preoccuparti: è approdata nel Bel Paese solo a fine 2018 e non tutti la conoscono. Ecco, quindi, cos’è Amazon Alexa.

Alexa, in breve, è un’assistente personale (e digitale!) sviluppata da Amazon. Alexa anima tutti i dispositivi della serie Echo, ma non è appannaggio della sola società fondata da Jeff Bezos. Al contrario: i produttori di terze parti possono integrarla nei loro sistemi, per fornire un’esperienza il più coesa possibile, che renda semplice e intuitivo utilizzare apparecchi completamente diversi.

Quest’assistente, quindi, si rivela una sorta di aiutante in grado di fare più o meno tutto ciò che le chiediamo.

Cosa può fare Alexa?

Alexa è in grado di eseguire numerose attività: dalle più semplici, come riprodurre un brano o leggere il meteo, alle più complicate, come, ad esempio, raccontare una storia o cantare una canzone.

Alexa, inoltre, è perfettamente integrata con diversi dispositivi domotici: può accendere e spegnere le luci di casa, può dare o togliere l’alimentazione ad una determinata presa di corrente, può impostare allarmi e sveglie. Tutto questo con il solo uso della voce: l’intelligenza artificiale su cui si basa riesce a riconoscere con precisione e accuratezza i comandi, anche quando li pronunci in modo naturale.

Cosa sono le Skill?

L’assistente intelligente, che affonda le sue radici nelle reti neurali e nel machine learning, ha delle capacità in continua espansione. Sia gli ingegneri Amazon che gli sviluppatori esterni, infatti, possono contribuire al suo miglioramento. Questi ultimi, in particolare, possono dar vita alle cosiddette Skill, delle “abilità” che possono essere abilitate per ampliare le potenzialità di Alexa.

Grazie alle Skill, Alexa è in grado di compiere moltissime attività aggiuntive rispetto a quelle disponibili di default; puoi “insegnarle” nuove filastrocche e nuove ricette, ma anche dei quiz per giocare interattivamente. Infine, ma non per importanza, può “imparare” a leggere le notizie dai portali che la supportano.

Come si attiva Alexa?

Attivare Alexa è molto semplice: non devi far altro che pronunciare il suo nome. “Alexa!” – e lei si attiverà, pronta ad ascoltare le tue richieste. Ciononostante, se non dovesse piacerti la “parola d’ordine”, puoi cambiarla: dall’applicazione recati in Impostazioni > Impostazioni dispositivo; seleziona quindi il dispositivo per cui vuoi modificarla e premi su Parola di attivazione. Ora non ti rimane che scegliere: “Alexa”, “Echo”, “Computer” o “Amazon”?

Come si installa Alexa?

Non serve! Alexa, infatti, è un software basato sul cloud: questo significa che non risiede fisicamente su ogni dispositivo che la sfrutta, bensì si trova sui server di Amazon, i quali si occupano di elaborare ogni singola richiesta.

Certamente lo sviluppatore che vuole integrarla nel proprio dispositivo deve seguire un’apposita procedura, tuttavia l’utente finale non deve preoccuparsi di nulla, nemmeno degli aggiornamenti. Questi, infatti, vengono eseguiti direttamente sui server remoti – e non ti è richiesta nessun’operazione. Insomma, Alexa è sempre pronta e aggiornata, ogni volta che la chiami. Utile, veloce e facile, non credi?